Infertilità maschile, aumenta il rischio di insorgenza dei tumori?

La relazione tra infertilità e cancro è un focus tradizionalmente affrontato nelle donne e solo di recente, anche in virtù di un più generale cambio di sensibilità, la ricerca si è concentrata sulla componente maschile della riproduzione. Più nello specifico, su questo fronte, si è cominciato a studiare con più attenzione il rapporto tra infertilità e cancro ai testicoli, sia negli uomini infertili sia nei loro parenti.

La portata di questa ricerca è fondamentale. Basti pensare che negli Usa il 15% delle coppie soffre di infertilità e che nel 50% dei casi il problema è di origine maschile. Proprio per questo un recente studio statunitense pubblicato sulla rivista “Fertility and Sterility” ha valutato l’associazione tra l’infertilità maschile e l’insorgenza di malattie oncologiche in chi ne è affetto e nei suoi parenti più prossimi.

Lo studio ha preso in esame e analizzato i dati presenti in letteratura. Ne è emerso che il rischio di cancro ai testicoli nei parenti di primo grado degli uomini infertili è del 52% superiore rispetto ai sani. Sembra esserci inoltre una relazione diretta tra l’infertilità maschile e lo sviluppo del cancro alla prostata di alto grado, anche se i dati non supportano coerentemente quest’associazione. Meno si sa sul rischio che gli uomini subfertili hanno di sviluppare altri tipi di cancro, sebbene sia stato notato un aumento del tasso di melanoma, cancro della vescica, cancro della tiroide, linfoma di Hodgkin, linfoma non-Hodgkin e leucemia.

Sono necessarie ulteriori ricerche sul rischio di cancro nei familiari di uomini infertili, tuttavia siamo di fronte a dati che ci fanno comprendere (ancora una volta) l’importanza e le implicazioni che una diagnosi di infertilità maschile può avere.

2018-06-20T19:37:11+00:00