Oltre il danno la beffa: malattia di La Peyronie e cancro, possibile relazione?

Categories: Sessualità

La malattia di La Peyronie (PD) è un disordine progressivo della tunica albuginea del pene, con conseguente formazione di una placca fibrotica. Tale condizione si manifesta come una deformazione del pene in erezione associata a sintomatologia dolorosa durante i rapporti sessuali. Colpisce prevalentemente uomini di mezza età che spesso riferiscono un pregresso trauma penieno nel corso della loro vita.

La PD rientra tra le patologie urologiche di natura benigna, ma può comunque avere importanti ripercussioni sull’attività sessuale e in generale sulla qualità di vita dei pazienti.

Alexander W. Pastuszak e collaboratori, per la prima volta, studiano la possibile relazione tra la malattia di Peyronie e il cancro. Hanno osservato in un loro lavoro pubblicato recentemente su Sexual Medicine che i pazienti con PD avevano un rischio aumentato di sviluppare neoplasie maligne (es. tumore del testicolo, melanoma e tumore allo stomaco).  Quale possa essere il meccanismo alla base ancora non è chiaro. In attesa di ulteriori studi clinici sull’argomento si raccomanda la giusta attenzione da parte degli urologi e di tutta la comunità scientifica.

Bibliografia:

  1. Pastuszak AW, et al. Increased Risk of Cancer in Men With Peyronie’s Disease: A Cohort Study Using a Large United States Insurance Claims Database. Sex Med. 2019 Sep 14.

INFORMATIVA COOKIE POLICY: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Questi cookie sono automaticamente bloccati e il funzionamento del sito non è garantito senza aver accettato. ACCETTA per proseguire la navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la COOKIE POLICY.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi